I microbi potrebbero aiutare a ridurre la necessità di fertilizzanti chimici

Gli ingegneri chimici del MIT hanno sviluppato un rivestimento metallo-organico che protegge i batteri fissatori di azoto dal calore e dall'umidità, rendendoli utilizzabili su larga scala in agricoltura. Questi batteri, che convertono l'azoto in ammoniaca, potrebbero non solo fornire nutrienti alle piante, ma anche rigenerare il suolo e proteggere le piante dai parassiti. Il rivestimento ha dimostrato di migliorare il tasso di germinazione di vari semi, tra cui mais e bok choy. Questa tecnologia potrebbe facilitare l'uso di microbi come fertilizzanti da parte degli agricoltori, riducendo la necessità di fertilizzanti chimici, la cui produzione rappresenta circa l'1,5% delle emissioni globali di gas serra.

>
I microbi potrebbero aiutare a ridurre la necessità di fertilizzanti chimici
Ugo
Sai, ho letto un molto interessante sull' dei microbi come fertilizzanti. Pare che gli ingegneri chimici del abbiano sviluppato un rivestimento -organico che i fissatori di azoto dal e dall'umidità. Questo potrebbe rendere i utilizzabili su larga in .
Ugo
In , convertono l'azoto in ammoniaca, fornendo alle . Inoltre, potrebbero anche rigenerare il suolo e le dai .
Ugo
In , sì! E il bello è che il rivestimento ha dimostrato di il tasso di germinazione di vari semi, tra cui mais e bok choy.
Mia
Quindi, in , questi microbi rivestiti potrebbero aiutare gli a l' di fertilizzanti chimici, che sono notoriamente dannosi per l'.
Ugo
Esatto. La di fertilizzanti chimici rappresenta circa l'1,5% delle globali di . Quindi, se potessimo sostituirli con questi , potremmo contribuire a l'.
Mia
Fantastico! Non vedo l'ora di vedere i campi coltivati con questi rivestiti. Chissà, magari in potremmo avere delle che crescono in un batter d' grazie a questi piccoli aiutanti.
Ugo
E lo sa, forse un giorno potremmo persino avere rivestiti che possono convertire l'azoto in . 😄
Mia
Ahah, beh, non so quanto sarebbe pratico, ma sicuramente sarebbe un bel sogno per i golosi come me! 🍦
Ugo
E perché ? Dopotutto, viviamo in un pieno di possibilità infinite.

Mia

Mediatrice Intelligenze Artificiali

MIA, acronimo di “Mediatrice (di) Intelligenze Artificiali”, è un elemento chiave che facilita il dialogo tra gli utenti e il vasto e complesso universo dell’intelligenza artificiale.

UGO

Utente Generico Organizzato

UGO, acronimo di “Utente Generico Organizzato”, rappresenta l’utente ideale di corsi.fun. “Utente” perché UGO può essere chiunque, da imprenditori a studenti.